REGIONE VENETO - U.L.S.S. 9 - TREVISO

Ospedale Regionale " Ca' Foncello"-Treviso

Gruppo per lo studio della Disfagia

Coordinatore: Dr. Giuseppe Di Falco

Direttore Dipartimento di Chirurgia

Fisiopatologia

Home Presentazione Come contattarci Attività scientifica Indagini diagnostiche Fisiopatologia pH-Manometria Disfagia neurogena Riabilitazione

 

DISFAGIA

E' la compromissione di una o più fasi della deglutizione e consiste nell'impedimento o nel rallentamento della progressione del bolo alimentare nel canale oro-faringo-esofageo. 

Può essere causata da una patologia congenita o acquisita, conseguente ad interventi chirurgici, a traumi cranici o ictus ecc.

 

INFORMAZIONI GENERALI

 

La deglutizione nell'adulto prevede 4 fasi:

 

  1. fase di preparazione

  2. fase orale

  3. fase faringea

  4. fase esofagea

Una raccolta dettagliata di informazioni è alla base di ogni percorso diagnostico. Il riconoscimento di tale patologia richiede, non solo di ricercare i sintomi evidenti e la complicanze della disfagia, ma anche eventuali strategie comportamentali messe in atto dal paziente stesso per compensare il deficit.

Le competenze della sfera Otorinolaringoiatrica, Foniatrica-Logopedica, riguardano la diagnosi e la valutazione funzionale delle prime fasi della deglutizione e considerano la  possibilità di un intervento riabilitativo che mira al recupero di una deglutizione efficace.

 

ESAMI CLINICO-STRUMENTALI

 

- Visita ORL con eventuale video-endoscopia che permette di osservare direttamente le strutture anatomiche che partecipano alla fase faringea ed esofagea della deglutizione e possono così rilevare:

  1. eventuale aspirazione o ristagno di cibo o di secrezioni nei seni piriformi o nelle vallecule;

  2. stato della trachea e dei bronchi e la condizione dell'esofago superiore

- Visita foniatrica a completamento della valutazione ORL va considerata la presenza di eventuali patologie della comunicazione:

  1. anartria, disartria, afasia ecc.

  2. valutazione dei movimenti bucco-fono-articolatorie

  3. valutazione dei principali riflessi: faringeo,del vomito, ed efficacia della tosse ecc.

- Valutazione logopedica con particolare riguardo alle funzioni orali, faringo-laringee e respirazione, associate a prove dirette di alimentazione con sostanze di diversa consistenza partendo dal ghiaccio tritato

- Esame videofluorografico che si effettua in collaborazione tra Radiologo e Logopedista ed è mirato alla valutazione dei seguenti parametri nelle diverse fasi della deglutizione:

  1.  posizione più adeguata

  2. boli di diversa consistenza

  3. tempi di transito

  4. eventuale aspirazione cioè passaggio di cibo nelle vie aeree

Proprio per eveitare tale complicanza, che può portare a polmoniti cosidette "ab ingestis" è importante non somministrare a tali soggetti cibi liquidi e solidi insieme quali minestre e minestroni ecc.

- Manometria esofagea: valuta la funzionalità faringo-esofagea, la propulsione faringea e la dinamica degli sfinteri

- pHmetria  esofagea valuta i reflussi gastro-esofagei patologici nelle 24 ore.


L'obiettivo riabilitativo logopedico è il conseguimento di una deglutizione funzionalmente efficace che può prevedere un tempo di transito superiore alla deglutizione fisiologica ed un minimo residuo in bocca ed in faringe. Il logopedista stabilisce un rapporto continuativo e prolungato col paziente e la sua famiglia; effettua un monitoraggio riabilitativo e nel caso di eventuali peggioramenti e complicanze programma controlli medici mirati.

 

Gestione del paziente disfagico: il medico di fronte ad un paziente disfagico, dopo aver raccolto informazioni relative alla sintomatologia in corso ed averle confrontate con la conoscenza del soggetto e la sua storia clinica, lo indirizza ad uno specialista (ORL, Foniatra, Radiologo, Neurologo, Nutrizionista, Chirurgo ecc). Dopo la visita e la valutazione del paziente, lo specialista prescrive gli esami strumentali e le altre consulenze necessarie prima dello specifico intervento logopedico.

Si raccomanda, infine, di non assumere farmaci che inibiscono il riflesso della tosse, avendo quest'ultima un importante effetto protettivo.  

 

 

HOME
 

U.L.S.S.  n° 9  On Line

III CHIRURGIA

Il sito è stato autorizzato dalla Direzione Strategica dell'U.L.S.S.  9 della Regione Veneto. Quanto pubblicato in questo sito specializzato è sotto la diretta e completa responsabilità del 
Responsabile del sito: Dr G. Di Falco gdifalco@ulss.tv.it  
Referenti Tecnici del sito: Dr   N. Menin nmenin@ulss.tv.it 
Dr M.Pavanello mpavanello@ulss.tv.it
Aggiornato il: 16-09-02.